Bando Isi 2021

Avviso pubblico Isi 2021:
In attuazione dell’articolo 11, comma 5, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e dell’articolo 1, commi 862 e ss., della legge 28 dicembre 2015, n. 208, attraverso la pubblicazione di singoli Avvisi pubblici regionali/provinciali, Inail finanzia investimenti in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Finalità:
Il presente Avviso ha l’obiettivo di incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento documentato delle condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori rispetto alle condizioni preesistenti, nonché incoraggiare le micro e piccole imprese, operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli, all’acquisto di nuovi macchinari e attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti, migliorare il rendimento e la sostenibilità globali e, in concomitanza, conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.

Destinatari dei finanziamenti:
L’iniziativa è rivolta a tutte le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura e anche agli enti del terzo settore limitatamente all’Asse 2 di finanziamento.

Progetti ammessi a finanziamento:
Sono finanziabili le seguenti tipologie di progetto ricomprese in 5 Assi di finanziamento:

  • Progetti di investimento e Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale – Asse di finanziamento 1 (sub Assi 1.1 e 1.2)
  • Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC) – Asse di finanziamento 2
  • Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto – Asse di finanziamento 3
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività – Asse di finanziamento 4
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli – Asse di finanziamento 5.

Risorse economiche destinate ai finanziamenti:
Le risorse finanziarie destinate dall’Inail, ai progetti di miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, sono ripartite per regione/provincia autonoma e per assi di finanziamento.
Di tale ripartizione è data evidenza nell’allegato “Isi 2021 – risorse economiche” che costituisce parte integrante degli Avvisi pubblici regionali/provinciali pubblicati.

Il finanziamento, in conto capitale, è calcolato sulle spese ritenute ammissibili al netto dell’iva, come di seguito riportato.
a)    Per gli Assi 1, 2, 3 e 4 il finanziamento non supera il 65% delle predette spese, fermo restando i seguenti limiti:

  • Assi 1, 2, 3, il finanziamento complessivo di ciascun progetto non potrà essere inferiore a 5.000,00 euro nè superiore a 130.000,00 euro. Non è previsto alcun limite minimo di finanziamento per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale di cui all’allegato (sub Asse 1.2);
  • Asse 4, il finanziamento complessivo di ciascun progetto non potrà essere inferiore a 2.000,00 euro nè superiore a 50.000,00 euro.

b)    Per l’Asse 5 il finanziamento è concesso nella misura del:

  • 40% per la generalità delle imprese agricole (sub Asse 5.1)
  • 50% per giovani agricoltori (sub Asse 5.2)
    e per ciascun progetto il finanziamento non potrà essere inferiore a 1.000,00 euro nè superiore a 60.000,00 euro.

Modalità e tempistiche di presentazione della domanda:
Sul portale Inail – nella sezione Accedi ai Servizi Online – le imprese avranno a disposizione una procedura informatica che consentirà loro, attraverso un percorso guidato, di inserire la domanda di finanziamento con le modalità indicate negli Avvisi regionali.
La domanda compilata e registrata, esclusivamente, in modalità telematica, dovrà essere inoltrata allo sportello informatico per l’acquisizione dell’ordine cronologico, secondo quanto riportato nel documento “Regole Tecniche e modalità di svolgimento”.
Le domande ammesse agli elenchi cronologici dovranno essere confermate, a pena di decadenza dal beneficio, attraverso l’apposita funzione on line di upload/caricamento della documentazione, come specificato negli Avvisi regionali/provinciali.
Le date di apertura e chiusura della procedura informatica, in tutte le sue fasi, saranno pubblicate sul portale dell’Istituto, nella sezione dedicata alle scadenze dell’Avviso Isi 2021, dal 26 febbraio 2022.
Per informazioni e assistenza sul presente Avviso è possibile fare riferimento al numero telefonico 06.6001 del Contact center Inail.
È, anche, possibile rivolgersi al servizio Inail Risponde, nella sezione Supporto del portale.
Chiarimenti e informazioni di carattere generale sul presente Avviso possono essere richiesti entro e non oltre il termine di dieci giorni antecedenti la chiusura della procedura informatica di compilazione della domanda online.

Allegato CalendarioScadenze Isi 2021
Apertura della procedura informatica per la compilazione della domandaDal 26 febbraio 2022 al 7 marzo 2022 l’aggiornamento      
Chiusura della procedura informatica per la compilazione della domanda
Download codici identificativi
Regole tecniche per l’inoltro della domanda online e date dell’apertura dello sportello informatico
Pubblicazione elenchi cronologici provvisoriEntro 14 giorni dall’apertura dello sportello informatico
Upload della documentazione
(efficace nei confronti degli ammessi agli elenchi pena la decadenza della domanda)
Periodo di apertura della procedura
comunicato con la pubblicazione degli elenchi cronologici provvisori
Pubblicazione degli elenchi cronologici definitiviAlla data comunicata contestualmente alla pubblicazione degli elenchi cronologici provvisori

Contributi agli agricoltori colpiti dalla crisi da Covid-19

La Regione Veneto mette a disposizione più di 600 mila euro per sostenere i problemi di liquidità delle imprese

Nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020, ha pubblicato un bando da oltre 600 mila euro per dare contributi agli agricoltori particolarmente colpiti dalla crisi da Covid-19. 

Possono richiedere il sostegno gli agricoltori e le cooperative agricole di produzione che svolgono come attività principale la coltivazione del terreno e/o allevamento di animali, in particolare gli imprenditori agricoli professionali che:

  • operano nel campo del turismo rurale;
  • sono produttori di almeno una delle colture/varietà della voce Radicchio di cui all’allegato tecnico 11.2, riportata dal piano colturale 2019, vendute nel primo semestre 2020;
  • nel piano colturale 2020 abbiano indicato genericamente Orticole e che sono in grado di documentare di aver prodotto una delle colture/varietà riportate alle voci Lattuga, Cicoria, Lattuga e lattughino e Radicchio, Asparago e Fragola nell’allegato tecnico 11.2.


I richiedenti devono:

  • possedere la qualifica di Imprenditore Agricolo Professionale(IAP);
  • possedere conoscenze e competenze professionali adeguate (titolo di studio attinente, attestato di frequenza di un corso di formazione o svolgimento di attività agricola come capo azienda o coadiuvante familiare o lavoratore agricolo per almeno 3 anni);
  • nel caso di società di persone, di società di capitali, di cooperative agricole di produzione che svolgono come attività principale la coltivazione del terreno e/o allevamento di animali, tutti i requisiti soggettivi devono essere in capo, rispettivamente, ad almeno un socio, ad almeno un amministratore e ad almeno un socio amministratore;
  • non trovarsi nelle condizioni che impediscano la concessione di sovvenzioni, contributi, vantaggi economici. 


Il contributo consiste nell’erogazione una tantum di una somma forfettaria, il cui importo varia per ciascuna produzione/attività connessa/ubicazione. Nel caso in cui le richieste fossero superiori alle risorse stanziate si procederà alla riduzione degli aiuti previsti dal bando.

La domanda può essere presentata all’Agenzia Veneta per i Pagamenti – AVEPA,  www.avepa.itentro il 29 marzo 2021, secondo le modalità previste dal documento “Indirizzi procedurali generali” del PSR e dai Manuali di AVEPA.
 

Fondo nuove competenze FNC

Gli interventi del FNC hanno a oggetto il riconoscimento di contributi finanziari in favore di tutti i datori di lavoro privati che abbiano stipulato, per mutate esigenze organizzative e produttive dell’impresa ovvero per favorire percorsi di ricollocazione dei lavoratori, accordi collettivi di rimodulazione dell’orario di lavoro sottoscritti a livello aziendale o territoriale dalle associazioni dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale, ovvero dalle loro rappresentanze sindacali operative in azienda per i quali le ore in riduzione dell’orario di lavoro sono destinate a percorsi di sviluppo delle competenze dei lavoratori.

Modalità per l’accesso al Fondo nuove competenze (FNC), di cui al decreto legge “Rilancio” (art. 88 del decreto legge 19 maggio 2020, n. 34, modificato dall’art. 4 del decreto legge 14 agosto 2020, n. 104) e attuato sulla base delle disposizioni del decreto interministeriale .

Avviso Fondo nuove competenze (pdf)
Decreto Direttoriale n. 69 del 17.02.2021 (pdf)
Decreto Direttoriale n. 461 del 04.11.2020 (pdf)
Allegato 1a (pdf word)
Allegato 1b (pdf word)
Allegato 2 (xls)
Allegato 3a (pdf word)
Allegato 3b (pdf word)
Allegato 4 (xls)
Allegato 5 (pdf)
Regolamento Privacy – Informativa per il trattamento dei dati personali – art. 13 Regolamento UE 2016/679
 
Cercate la voce Fondo nuove competenze tra le Faq

Consulta i manuali:

Per presentare la domanda accedi a MyANPAL

Programmazione Bandi e Contributi – Veneto


GUIDIAMO La ripresa economica

   bando – Dgr 1123/20 – Dec 663/20 (zip)
   approvazioni – Dec 848/20 (zip)
   proroghe – Dec 1065/20 (zip)
   varieDec 1167/20 (zip)


Sostegno famiglie numerose – riduzione del digital divide

   bando – Dgr 957/20 – Dec 631/20 – Dec 720/20 – Dec 768/20 (zip)
   approvazioni – Dec 657/20 – Dec 669/20 (zip)


Una rete di Opportunità. Percorsi per il rafforzamento degli Ambiti Territoriali Sociali

   bando – Dgr 865/20 – Dec 579/20 – Dec 738/20  chiarimenti destinatari ammissibili (zip)
   proroghe – Dec 645/20 (zip)
   approvazioni – Dec 804/20 (zip)


Ri-partiamo! Per il rilancio del turismo in Veneto

   bando – Dgr 866/20 – Dec 627/20 – Dec 724/20  variazione percentuale FAD  –  FAQ (zip)
   prorogheDec 1266/20 – Dec 1170/20 (zip)
   approvazioniDec 1152/20 (zip)
   
 

Laboratorio Veneto. Strumenti per il settore cultura

   bando – Dgr 818/20 – Dec 578/20 – FAQ (zip)
   approvazioni – Dec 703/20 (zip)
   
 

Smart Work nella P.A. – Dall’emergenza ad un nuovo modello di organizzazione del lavoro nella P.A.

   bando – Dgr 819/20 – Dec 554/20 (zip)
   approvazioni – Dec 769/20 (zip)
   
 

Il Veneto delle donne – Strumenti per la valorizzazione dei percorsi professionali e per la partecipazione al mercato del lavoro

   bando – Dgr 526/20  – Dec 435/20 – Dgr 1378/20 rifinanziamento (zip)
   proroghe – Dec 479/20 proroga termine presentazione progetti (zip)
   approvazioni – Dec 644/20 – Dec 704/20 – Dec 741/20 impegno e scorrimento (zip)
   varieDec 1212/20 modalità erogazione voucher conciliazione (zip)

 

Il lavoro si racconta – Botteghe e Atelier aziendali. Itinerari di scoperta dei patrimoni d’impresa

   bando – Dgr 254/20 – Dec 198/20 (zip)
   proroghe – Dec 291/20 proroga (zip)
   approvazioni – Dec 555/20 (zip)

Innovazione e ricerca per un Veneto più competitivo – Assegni di ricerca 2019

   bando – Dgr 1463/19 – Dec 1302/19 (zip)
   approvazioni – Dec 231/20 (zip)
   proroghe – Dec 290/20 proroga avvio (zip)
   varie – Dec 1117/20 chiarimenti sullo svolgimento delle attività progettuali (zip)


QUALE IMPRESA. Strumenti per la valorizzazione del capitale intellettuale delle aziende venete

   bando – Dgr 1315/19 – Dec 1086/19 (zip)
   approvazioni – Dec 1458/19 (zip)
   proroghe – Dec 1110/20 (zip)

Voucher Formativi Individuali a sostegno dei percorsi per OSS

   bando 2019/2020 (Dgr 1118/19)
   bando 2020/2021 (Dgr 1728/20)

 

Per un’Impresa organizzata e consapevole. Strumenti per favorire la competitività e la crescita professionale

   bando – Dgr 1010/19 – Decc 846-894/19 modulistica integrativa  – Dgr 1550/19 Integrazione risorse (zip)
   proroghe – Dec 1042/19 proroga termine scadenza 1° sportello – Dec 1576/19 proroga termini avvio 1° sportello – Dec 372/20 proroga avvio 2° sportello – Dec 1110/20 conclusione 1° sportello (zip)
   approvazioni – Decc 2019/20 (zip)
      Dec 1393/19 sportello 1 – pubblicato il 20/11/2019
      Dec 9/20 sportello 2 – pubblicato il 16/01/2020 

Impresa responsabile – Percorsi per favorire l’innovazione delle aziende venete in un’ottica di sviluppo sostenibile

   bando – Dgr 816/19 – Dec 787/19 (zip)
   approvazioni – Dec 1146/19 – Dec 1357/19 (zip)
   prorogheDec 33/21 proroga conclusione (zip)
 

Agire PA. Percorsi per governare il cambiamento e creare valore per cittadini e imprese

   bando – Dgr 540/19 – Dec 667/19 (zip) 
   approvazioni – Dec 879/19 (zip)
   proroghe – Dec 1110/20 (zip)
   varie – Registro mobile per interventi “Laboratorio di Governance”
 

Nuove competenze nel settore delle costruzioni

   bando – Dgr 394/19 – Dec 572/19 (zip)
   proroghe – Dec 800/19 – Dec1084/19  proroga  avvio (zip) – Dec1220/20 proroga conclusione (zip)
   approvazioni – Dec 773/19 – Dec 1133/19 (zip)

Move all’estero. Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento

   bando – Dgr 338/19 – Dec 448/19 (zip)
   approvazioni – Dec 789/19 Termine avvio progetti 30/11/2019 (zip)
   proroghe – Dec 302/20 proroga conclusione (zip)
 

Scuola Innovativa. Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento

   bando – Dgr 301/19 – Dec 429/19  (zip)
   approvazioni – Dec 808/19 pubblicato il 11/07/2019 (zip)
   prorogheDec 500/20 proroga termini conclusione (zip)
 

Botteghe ed atelier aziendali. La tradizione si rinnova per guardare al futuro

bando – Dgr 1987/18 – Dec 6/19 (zip) pubblicato il 28/12/2018
   approvazioni – Decc 2019 (zip)
      Dec 282/19 – Dec 626/19
   prorogheDec 1211/20 (zip) 
   registro SIAN – Decc 2019 (zip)
      Dec 704/19 – Dec 1113/19 – Dec 1335/19
   varieDec 904/20 percentuale spese promozione (zip)
 

Protagonisti del cambiamento – Strumenti per le persone e le organizzazioni

   bando – Dgr 1311/18 modulistica – Dec 936/18 (zip)
   proroghe – Dec 1213/18 termini avvio – Dec 900/20 proroga conclusione (zip)
   approvazioni – Dec 2018 (zip)
      Dec 1198/18 pubblicato il 13/12/2018
   FAQ ver. 2 (pdf)
 

INN Veneto – Anno 2018

   bando – Dgr 718/18 – Dec 497/18 (zip)
   proroghe – Dec 812/19 proroga conclusione – Dec 1442/19 (zip)
   approvazioni – Dec 2018 (zip)
      Dec 783/18  pubblicato il 02/08/2018
 

Poli tecnico professionali e percorsi IFTS

   bando – Dgr 508/18 – Dec 388/18 (zip)
   bando – Dgr 1462/19 – Dec 1159/19 (zip)
   proroghe – Dec 1073/18 – Dec 88/19 – Dec 799/19 proroga avvio – Dec 1529/19 proroga avvio – Dec 45/20 proroga avvio – Dec 59/20 proroga avvio (zip)
   approvazioni – Dec 2018 (zip)
      Dec 651/18 – Dec 1344/19  – Dec 1456/19
 

Orientamento giovani – Sostegno alle attività delle reti territoriali

   bando – Dgr 449/18 – Dec 340/18  (zip)
   proroghe – Dgr 1038/18  riapertura termini (zip)
   bando – Dgr 393/19  – Dec 663/19 (zip)
   proroghe – Dec 571/19 proroga termini presentazione – Dec 792/19 riapertura termini – Dec 38/19 proroga avvio (zip)
   approvazioni – Decc 2018/19 (zip)
      Dec 646/18 – Dec 856/18 – Dec 835/19 – Dec 1017/19
 

FormaModa – Anno 2018

   bando – Dgr 342/18 – Dec 199/18 (zip)
   proroghe – Dec 589/18 (zip)
   approvazioni – Decc 2018 (zip)
      Dec 478/18  pubblicato il 24/05/2018 – Dec 837/18  rimodulazione impegno di spesa
 

Move – Progetti formazione linguistica per le scuole

   bando – Dgr 255/19 – Dec 449/19 (zip)
   proroghe – Dec 1406/19 proroga conclusione – Dec 302/20 proroga conclusione (zip)
   approvazioni – Decc 2019 (zip)
      Dec 980/19 – Dec 219/20
 

A.S.S.I. – Azioni di Sistema per lo Sviluppo di un’offerta turistica regionale Integrata

bando – Dgr 1220/17 – Dec 871/17 (zip)
   approvazioni – Decc 2017 (zip)
      Dec 1075/17 pubblicato il 19/10/2017 – Dec1203/17 impegno pubblicato il 12/12/2017
bando – Dgr 2075/17 (zip)
approvazioni – Decc 2018 (zip)
      Dec 118/18 pubblicato il 02/03/2018 – Dec 195/18 impegnopubblicato il 05/04/2018
   proroghe – Dec 690/19 proroga termini conclusione
   varie – Dec 1056/17 adempimenti RNA (zip)
 

Settore Primario

   bando – Dgr 432/20 – Dec  386/20 (zip)
   bando – Dgr 1679/18 – Dec 1107/18 (zip)
   approvazioni – Decc 2019/20 (zip)
      Dec 68/19 – Dec 140/19 – Dec 168/19 – Dec 671/20
   proroghe – Dec 1210/18 – Dec 92/20 – Dec 436/20 – Dec 1175/20 – Dec 1176/20 (zip)
   registro SIAN 2019  Decc 190-220-258-598-671-702-764-814-987-1054-1112-1201-1334-1417-1500  (zip)
   registro SIAN 2020  Decc 17-80-164-309-640-773-953-1156-1182  (zip)
   registro SIAN 2021 Decc 12-35-69  (zip)
 

Settore Occhialeria

   bando – Dgr 1127/16 – Dec 838/16  (zip)
   approvazione – Dec 194/16 (zip)  – pubblicato il 11/10/2016
   proroghe – Dec 948/18 proroga termine conclusione (zip)
   bando – Dgr 395/19 – Dec 549/19 (zip)
   approvazioni – Dec 719/19 (zip)
   proroghe – Dec 10/21 proroga (zip)
 

Istruzione Tecnica Superiore – ITS-Academy

   Candidatura iscrizione elenco Esperti regionali della Formazione Professionale per commissioni d’esame ITS
   Informativa trattamento dati personali (pdf)
   bando 2018/2020 – Dgr 676/18 – Dec 466/18 – Dgr 1189/18 (zip)
   approvazioni – Decc 2018 (zip)
      Dec 737/18 – Dec 931/18 – Dec 1071/18
   bando 2019/2021 – Dgr 764/19 – Dec 735/19 (zip)
   approvazioni – Decc 2019 (zip)
      Dec 895/19 – Dec 983/19 – Dec 981/19
   proroghe – Dec 1088/18 proroga avvio (zip)
   bando 2020/2022 – Dgr 598/20 – Dec 444/20 (zip)
   approvazioni – Decc 2020 (zip)
      Dec 729/20
 

Settore Restauro

   bando – Dgr 293/20 – Dec 261/20 (zip)
   approvazioni – Decc 2019/20 (zip)
      Dec 1255/19
   proroghe – Dec 46/19 proroga avvio – Dec 67/19 proroga presentazione rendiconto – Dec 688/19 seconda proroga presentazione rendiconto – Dec 843/19 e 923/19  proroghe rendiconto – Dec 1557/19 proroga avvio 2 e 3 anni e Tip. 2 (zip) – Dec 1578/19 proroga conclusione Tip. 2 – Dec 71/20 proroga avvio (zip) 

Bando per l’erogazione di contributi alle PMI a prevalente partecipazione femminile

Imprenditoria Femminile e Giovanile

Imprenditoria Femminile

Interventi regionali – L.R. 1/2000
Legge regionale n. 1 del 20 gennaio 2000, per la promozione dell’imprenditoria femminile; sono favorite la diversificazione delle scelte professionali delle donne, in particolare: attraverso gli strumenti della formazione professionale e la concessione di agevolazioni di tipo finanziario.

________________________________________________

NEWS BANDO PER L’ANNO 2021:  

Bando per l’erogazione di contributi alle PMI a prevalente partecipazione femminile. 

Approvato con delibera di Giunta regionale n. 60 del 26 gennaio 2021.

Beneficiarie degli interventi previsti dalla legge regionale n. 1 del 2000 possono essere le piccole e medie imprese rientranti in una delle seguenti tipologie:

  • imprese individuali di cui sono titolari donne residenti nel Veneto da almeno due anni;
  • società anche di tipo cooperativo i cui soci ed organi di amministrazione sono costituiti per almeno due terzi da donne residenti nel Veneto da almeno due anni e nelle quali il capitale sociale è per almeno il cinquantuno per cento di proprietà di donne.

Tali requisiti devono:

a) sussistere al momento della costituzione dell’impresa, se si tratta di nuova impresa;

b) sussistere da almeno sei mesi prima della data del 2 marzo 2021, se si tratta di impresa già esistente;

Le imprese beneficiarie possono operare nei settori dell’industria, artigianato, commercio e servizi (è compreso il settore culturale).

Possono partecipare le imprese iscritte al Registro delle Imprese entro il 20 febbraio 2021. È sufficiente l’iscrizione come impresa “inattiva”. 

Il bando prevede la concessione di contributi a fondo perduto, in regime de minimis, in misura pari al 40% della spesa rendicontata ammissibile per la realizzazione di interventi di importo non inferiore ad euro 20.000,00 (a cui corrisponde un contributo di euro 8.000,00) e di importo massimo pari o superiore ad euro 130.000,00 (a cui corrisponde un contributo massimo di euro 52.000,00).

La domanda di sostegno deve essere compilata e presentata esclusivamente per via telematica, attraverso il Sistema Informativo Unificato della Programmazione Unitaria (SIU) della Regione, previa richiesta delle credenziali di accesso al sistema.  

La fase di compilazione della domanda è attiva dalle ore 10.00 di martedì 9 febbraio 2021 alle ore 12.00 di mercoledì 24 febbraio 2021. È possibile richiedere il link univoco per la presentazione della domanda fino alle ore 12.00 di mercoledì 24 febbraio 2021. La domanda potrà quindi essere presentata a partire dalle ore 10.00 di martedì 2 marzo 2021 fino alle ore 17.00 di giovedì 4 marzo 2021.

Dotazione del bando: euro 1.480.000,00. È possibile l’assegnazione di risorse aggiuntive in caso di ulteriore futura disponibilità finanziaria.

Scheda di sintesi del bando femminile

FAQ informatiche aggiornate al 11/02/2021.

FAQ quesiti aggiornate al 10/02/2021.

Per maggiori informazioni consultare il bando o contattare i numeri 041.2795817/4265/5857/5893/4231________________________________________________

BANDO PER L’ANNO 2019:  Al fine di incentivare e consolidare l’imprenditoria femminile veneta, con deliberazione n. 235 dell’8 marzo 2019 la Giunta regionale ha approvato, per l’anno 2019, il bando per l’erogazione di contributi alle piccole e medie imprese (PMI) a prevalente partecipazione femminile, con una dotazione finanziaria pari ad euro 3.292.881,96. 

A beneficiarie degli interventi previsti dalla citata deliberazione n. 235/2019 possono essere le piccole e medie imprese rientranti in una delle seguenti tipologie:

a) imprese individuali di cui sono titolari donne residenti nel Veneto da almeno due anni;

b) società anche di tipo cooperativo i cui soci ed organi di amministrazione sono costituiti per almeno due terzi da donne residenti nel Veneto da almeno due anni e nelle quali il capitale sociale è per almeno il cinquantuno per cento di proprietà di donne.

Il contributo è a fondo perduto, in regime de minimis, in misura pari al 30% della spesa rendicontata ammissibile per la realizzazione di interventi di importo minimo di euro 30.000,00 e massimo di euro 170.000,00, cui corrisponde un contributo minimo di euro 9.000,00 e massimo di euro 51.000,00.  

Sono ammissibili spese in macchinari, impianti produttivi, hardware ed attrezzature nuovi di fabbrica; arredi nuovi di fabbrica; negozi mobili; mezzi di trasporto ad uso interno o esterno ad esclusivo uso aziendale, con l’esclusione delle autovetture; spese relative a impianti tecnici di servizio agli impianti produttivi; programmi informatici.

In considerazione dell’ampia rispondenza sul territorio riscontrata dall’intervento in esame, la legge regionale 25 novembre 2019, n. 44 “Collegato alla legge di stabilità regionale 2020”, all’articolo 10, ha stanziato ulteriori risorse regionali, quantificate in euro 4.000.000,00. Con Deliberazione n. 44 del 21 gennaio 2020, la Giunta regionale ha destinato le risorse stanziate allo scorrimento dell’elenco delle domande di partecipazione al bando di cui alla deliberazione della Giunta regionale n. 235/2019.

________________________________________________

Imprenditoria Giovanile

Interventi regionali – L.R. 57/1999
Legge regionale n. 57 del 24 dicembre 1999, per la promozione e il sostegno dell’imprenditoria giovanile anche attraverso la concessione di agevolazioni di tipo finanziario per la costituzione da parte di giovani di nuove imprese individuali, società e cooperative nei settori produttivo, commerciale e dei servizi.

BANDO PER L’ANNO 2020: Con deliberazione della Giunta regionale n. 82 del 27 gennaio 2020, è stato approvato il bando per l’erogazione di contributi alle PMI giovanili per l’anno 2020, con una dotazione finanziaria di euro 3.263.942,26. Si considerano a gestione prevalentemente giovanile le imprese individuali i cui titolari abbiano un’età compresa tra 18 e 35 anni compiuti o le società, anche di tipo cooperativo, i cui soci siano per almeno il 60% persone di età compresa tra i 18 e i 35 anni compiuti ovvero il cui capitale sociale sia detenuto per almeno i due terzi da persone di età compresa tra i 18 e i 35 anni compiuti.

Il contributo è a fondo perduto, in regime de minimis, in misura pari al 30% della spesa rendicontata ammissibile per la realizzazione di interventi di importo minimo di euro 30.000,00 e massimo di euro 170.000,00, cui corrisponde un contributo minimo di euro 9.000,00 e massimo di euro 51.000,00.  

Sono ammissibili spese in macchinari, impianti produttivi, hardware ed attrezzature nuovi di fabbrica; arredi nuovi di fabbrica; negozi mobili; mezzi di trasporto ad uso interno o esterno ad esclusivo uso aziendale, con l’esclusione delle autovetture; programmi informatici; spese notarili, limitatamente agli onorari, per la costituzione della società.

BANDO PER IL SOSTEGNO ALL’ACQUISTO DI SERVIZI PER L’INNOVAZIONE DA PARTE DELLE PMI

POR FESR 2014-2020  – Asse 1

Azione 1.1.2 – Sostegno per l’acquisto di servizi per l’innovazione tecnologica, strategica, organizzativa e commerciale delle imprese.

DGR n. 1966 del 23/12/2019

Link al bando 

Chi sono i beneficiari
Micro, Piccole e Medie Imprese (PMI)


Dotazione finanziaria: 3.000.000 Euro (stanziamento di euro 1.000.000 per ciascun sportello)


Spese ammesse

Sono ammissibili le spese per i servizi specialistici di consulenza e di sostegno all’innovazione Tecnologica (A), Strategica (B) o Organizzativa (C).

Trattasi nello specifico di:

A.1-Innovazione nella fase di concetto

A.2-Innovazione nelle fasi di progettazione-sperimentazione

A.3-Assistenza alla gestione della proprietà intellettuale

B.1-Innovazione strategica per l’introduzione di nuovi prodotti/servizi

B.2-Innovazione del modello di business

C.1-Up-grading organizzativo

C.2-Efficientamento produttivo

C.3-Processi di innovazione aziendale

C.4-Innovazione organizzativa mediante gestione temporanea di impresa (Temporary Management – TM)


Dettagli bando
Sostenere le PMI venete nelle attività di innovazione e di trasferimento delle conoscenze, attraverso l’utilizzo di servizi specialistici forniti da aziende private o professionisti registrati e pubblicati presso il portale regionale “Innoveneto” (www.innoveneto.org).


Scadenze

Dettagli sul tipo di sostegno

Tipo: Contributo in conto capitale ai sensi dell’art. 28 (Aiuti all’innovazione a favore delle PMI) del Reg. (UE) n. 651/2014

Intensità: Dal 30% al 50% della spesa rendicontata ammissibile per la realizzazione del progetto (a seconda della Tipologia di servizio specialistico acquisito e dell’output presentato)

Sostegno massimo: 20.000€

Durata del progetto: Max 12 mesi dalla data di pubblicazione del decreto di concessione del sostegno

Modalità di pagamento: A saldo, su rendiconto delle spese

Dettagli sulla domanda  di ammissione

Modalità: Valutativa a sportello

Scheda PDF 

Bando Isi Agricoltura 2019-2020 pubblicate le regole tecniche per l’accesso allo sportello informatico

Dal 14 al 25 gennaio 2021 le imprese possono accedere allo sportello informatico. Il 28 gennaio 2021 è previsto l’invio telematico delle domande

A partire dal 14 gennaio, fino al 25 gennaio 2021, le imprese che hanno raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità prevista, salvato definitivamente la propria domanda e acquisito il codice identificativo, possono accedere allo sportello informatico e iniziare la procedura di registrazione.
Solo coloro che avranno portato a termine correttamente la fase di registrazione potranno effettuare l’inoltro della domanda, previsto per il 28 gennaio 2021.
 
Nella pagina informativa dedicata, sono state pubblicate le regole tecniche, le modalità di svolgimento e le date per l’utilizzo della suddetta procedura.

Ultimo aggiornamento: 21/12/2020

RICHIEDI INFORMAZIONI

Contributi per investimenti innovativi in ambito digitale nel settore ricettivo turistico

Bando per l’erogazione di contributi per investimenti innovativi in ambito digitale nel settore ricettivo turistico per favorire la ripresa della domanda turistica dopo l’emergenza COVID-19

Azione 3.3.4, Sub Azione C) “Investimenti innovativi per il settore ricettivo turistico”

Fase di presentazione della domanda di contributo fino al 23 dicembre 2020 ore 17:00

Vedi dettaglio dell’atto

CHI PUO’ EFFETTURARE LA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE?
Le micro, piccole e medie imprese, regolarmente iscritte nel registro delle imprese o al R.E.A. e attive presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura competente per territorio alla data del 31 dicembre 2019, che gestiscono e/o sono proprietarie di:
a) strutture ricettive alberghiere (articolo 25, L.R. n. 11/2013): alberghi o hotel, villaggi-albergo, residenze turistico-alberghiere, alberghi diffusi;
b) strutture ricettive all’aperto (articolo 26, L.R. n. 11/2013): villaggi turistici, campeggi;
c) strutture ricettive complementari (articolo 27, L.R. n. 11/2013): alloggi turistici, case per vacanze, unità abitative ammobiliate ad uso turistico, bed & breakfast e rifugi alpini;
d) strutture ricettive in ambienti naturali (articolo 27 ter, L.R. n. 11/2013).

COME EFFETTUARE LA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE?
L’utente che intende procedere alla manifestazione d’interesse dovrà inserire le seguenti informazioni: 

  • codice fiscale dell’impresa (così come registrata in SIRT Sistema Informativo Regionale Turistico)
  • codice fiscale del titolare/rappresentante legale dell’impresa
  • spesa massima che si prevede di sostenere a partire dal 1° marzo 2020 e fino alla data di chiusura del progetto (importo compreso tra 2.000,00 € e 6.000,00 €, estremi inclusi).

Prima dell’apertura del Bando, almeno 24 ore prima della compilazione della manifestazione d’interesse e comunque non oltre il 27 ottobre, l’utente dovrà accertarsi che nel Registro delle Imprese al codice fiscale della sua impresa sia associato un indirizzo PEC relativo a una casella PEC attiva, funzionante, con sufficiente spazio disponibile e aggiornata.

ATTENZIONE: l’indirizzo della casella PEC è desunto dal Registro delle Imprese, assicurarsi che tale dato sia aggiornato e che la casella sia funzionante. 

ALLEGATI

01_Dgr n. 1390 del 16_09_2020

18/09/2020 11:24:12 02_Allegato A_Bando

18/09/2020 11:26:07 03_Allegato A1_ Piano interven

18/09/2020 11:26:50 04_FAQ Informatiche

13/10/2020 09:02:59 05_Decreto n. 291 del 25/11/20

25/11/2020 13:49:21 06_All_A_Ammessi

25/11/2020 14:07:52 07_All_B_Ammessi no copertura

25/11/2020 14:08:35 08_All_C_ Non Ammessi

25/11/2020 14:09:08 09_FAQ Bando Dgr n. 1390

26/11/2020 13:53:43 10_Decreto n. 306 del 03/12/20

BANDO PER CONTRIBUTI A SUPPORTO DELLE PMI DEL SETTORE TURISTICO CHE SVOLGONO ATTIVITÀ DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO COLPITE DELL’EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID-19

POR FESR 2014-2020  – Asse 3
Azione 3.1.1 – “Aiuti per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili, e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione
aziendale”. Modalità emergenza epidemiologica COVID-19.

DGR n. 1571/2020

Chi sono i beneficiari

PMI del settore turistico che svolgono attività di agenzie di viaggio e turismo ai sensi della L.R. 11/2013, la cui operatività sia stata sospesa per effetto del DPCM 11 marzo 2020 e che abbiano dovuto o debbano far fronte alla realizzazione di interventi volti alla ripresa dell’attività aziendale in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.


Dotazione finanziaria

Euro 2.215.590,00

Spese ammissibili

Non è richiesta documentazione di spese sostenute in quanto contributo a fondo perduto a sostegno della liquidità aziendale

Dettaglio bando:

Criteri per la formazione della graduatoria dei beneficiari: in ordine decrescente sulla base del numero di addetti

Soggetto incaricato di istruire le domande di aiuto: AVEPA

Scadenze

Data di apertura : ore 10.00 del giorno 8 gennaio 2021
Data di chiusura : ore 17.00 del giorno  9 febbraio 2021

Dettagli sul tipo di sostegno

Tipo: Contributo a fondo perduto a sostegno della liquidità aziendale.
Intensità: Quantificazione contributo: somma base di euro 2.500,00 maggiorata di un importo pari ad euro 350,00 per ogni addetto dell’impresa che eccede il
numero di 1 (fino ad un massimo di 6 addetti), per un importo massimo concedibile di euro 4.600,00.
Min ammissibilità 2.500 Euro
Max ammissibilità 4.600 Euro
Modalità di pagamento: La procedura istruttoria per la concessione del contributo è completata entro 90 giorni dalla chiusura dei termini per la presentazione delle
domande di contributo.
L’erogazione del sostegno al Beneficiario sarà effettuata in un’unica soluzione a saldo, con le modalità e le tempistiche previste dal manuale procedurale POR FESR. La domanda di sostegno finanziata costituisce automaticamente domanda di pagamento del saldo, senza la necessità di ulteriori adempimenti da parte del beneficiario

Dettagli sulla domanda di ammissione

Modalità: La domanda di partecipazione al bando deve essere compilata e presentata esclusivamente per via telematica, attraverso il Sistema
Informativo Unificato della Programmazione Unitaria (SIU) della Regione, la cui pagina dedicata è raggiungibile al seguente link: https://siu.regione.veneto.it/DomandePRU. Per poter usufruire dei servizi messi a disposizione con il SIU, è necessario l’accreditamento al sistema informativo. L’applicativo per richiedere le proprie credenziali di accesso è attivo al seguente link: https://siu.regione.veneto.it/GUSI/

ALLEGATI

Scarica il PDF

Bando Isi Agricoltura 2019-2020

Finanziamenti per l’acquisto di macchinari e attrezzature caratterizzate da soluzioni innovative

Avviso pubblico Isi Agricoltura 2019-2020
Con l’Avviso pubblico Isi Agricoltura 2019-2020 l’Inail finanzia investimenti in materia di salute e sicurezza sul lavoro in attuazione dell’articolo 1, commi 862 e seguenti, della legge 28 dicembre 2015, n. 208 attraverso la pubblicazione di singoli Avvisi pubblici regionali/provinciali ed in conformità all’articolo 11, comma 5 del decreto legislativo 9 aprile 2008 n.81 e successive modifiche ed integrazioni.

Finalità:
L’Avviso pubblico ha l’obiettivo di incentivare le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli per l’acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti e, in concomitanza, conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali. Per questi finanziamenti gli acquisti da realizzare devono soddisfare l’obiettivo del miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali dell’azienda agricola in particolare mediante una riduzione dei costi di produzione, il miglioramento e la riconversione della produzione, il miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori in conformità all’articolo 11, comma 5 del decreto legislativo 9 aprile 2008 n.81 e s.m.i. e ai sensi dell’articolo 14 del regolamento(UE) n.702/2014 della Commissione del 25 giugno 2014, come modificato dal Regolamento (UE) 2019/289 della Commissione del 19 febbraio 2019.

Destinatari dei finanziamenti:
Sono destinatari dei finanziamenti le microimprese e le piccole imprese, di cui all’Allegato I del Regolamento (UE) n. 702/2014, operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli, come definita dall’art. 2, punto (5) del medesimo Regolamento (UE), come individuati dalla legge n. 208/2015.

Progetti ammessi a finanziamento:
Sono ammissibili i progetti di acquisto o noleggio con patto di acquisto di trattori agricoli o forestali o di macchine agricoli e forestali.
Le imprese possono presentare una sola domanda in una sola Regione o Provincia autonoma e per un solo asse di finanziamento.

Risorse finanziarie destinate ai finanziamenti:
Le risorse finanziarie destinate dall’Inail ai progetti sono ripartite per regione/provincia autonoma e su due distinti assi di finanziamento.
Lo stanziamento complessivo pari a 65 milioni di euro é così ripartito:
• 53 milioni di Euro, Asse di finanziamento riservato alla generalità delle imprese agricole;
• 12 milioni di Euro, Asse di finanziamento riservato agli imprenditori giovani agricoltori, organizzati anche in forma societaria.
Il finanziamento, in conto capitale, è calcolato sulle spese ritenute ammissibili al netto dell’IVA nella misura del:
• 40% per i soggetti beneficiari dell’Asse dedicato alla generalità delle imprese agricole;
• 50% per i soggetti beneficiari dell’Asse dedicato agli imprenditori giovani agricoltori.

Il finanziamento massimo erogabile è pari a Euro 60.000,00; il finanziamento minimo è pari a Euro 1.000,00.

Modalità e tempistiche di presentazione della domanda:
La domanda deve essere presentata in modalità telematica e successivamente confermata attraverso l’apposita procedura telematica e con upload/caricamento della documentazione come specificato negli Avvisi regionali/provinciali.

Sul nostro portale – nella sezione ACCEDI AI SERVIZI ONLINE – le imprese avranno a disposizione una procedura informatica che consentirà loro, attraverso un percorso guidato, di inserire la domanda di finanziamento con le modalità indicate negli Avvisi regionali.
La domanda compilata e registrata, esclusivamente, in modalità telematica, dovrà essere inoltrata allo sportello telematico per l’acquisizione dell’ordine cronologico.
Le domande ammesse agli elenchi cronologici dovranno essere confermate, a pena di decadenza dal beneficio, attraverso l’apposita funzione on line di upload/caricamento della documentazione, come specificato negli Avvisi regionali/provinciali. Le date di apertura e chiusura della procedura informatica, in tutte le sue fasi, saranno pubblicate sul portale dell’Istituto, nella sezione dedicata all’Avviso Isi Agricoltura 2019-2020.

Calendario scadenze Isi Agricoltura 2019-2020.
Apertura della procedura informatica per la compilazione della domanda15 luglio 2020
Chiusura della procedura informatica per la compilazione della domanda24 settembre 2020
Download codici identificativiDal 25 settembre 2020
Regole tecniche per l’inoltro della domanda online
e date dell’apertura dello sportello informatico
21 dicembre 2020
(motivazioni rinvio)
Pubblicazione elenchi cronologici provvisoriEntro 14 giorni dall’apertura
dello sportello informatico
Upload della documentazione
(efficace nei confronti degli ammessi agli elenchi pena la decadenza della domanda)
Periodo di apertura della procedura
comunicato con la pubblicazione degli elenchi cronologici
Pubblicazione degli elenchi cronologici definitiviAlla data comunicata contestualmente alla
pubblicazione degli elenchi cronologici provvisori.
Documentazione
FAQ Isi Agricoltura 2019-2020